METEO: non tutte le anomalie vengono per nuocere, guardate

Ormai è andata: l’anno solare 2023 è stato sicuramente il più caldo dall’inizio delle rilevazioni. Non lo dice Luca Angelini per chissà quale oscuro motivo, ma lo si evince dalle rilevazioni termometriche di tutto il mondo (grafico qui sotto). Tra qualche giorno comunque, a bocce ferme, confermeremo.

Ora, dalle anomalie che emergono (cartina in basso) si nota troppo rosso o troppo blu: osservando l’immagine sembrerebbe un mondo impazzito, dove dominano situazioni anomale a discapito di condizioni normali. Ma cos è la norma in meteorologia? E’ solo un riferimento compreso tra due anomalie. Se ci pensiamo bene infatti, la circolazione atmosferica si muove proprio grazie alle anomalie. L’aria si sposta dalle zone dove la pressione è più alta ad altre dove la pressione è più bassa. Sono i contrasti tra aree più fredde e aree più calde a muovere il vento e a generare nubi e precipitazioni. Paradossalmente dunque le anomalie in meteorologia sono la norma. E’ l’eccesso di queste anomalie, sia in frequenza che in magnitudo, è il trend a senso unico di queste ultime a fare la differenza. Ed è proprio quello che sta succedendo….

Luca Angelini