NEVE dell’Immacolata, ecco dove arriverà

La perturbazione che abbiamo da tempo annunciato per il giorno dell’Immacolata si presenterà puntuale sul nostro Paese. I suoi effetti saranno estesi per quanto riguarda la nuvolosità ma piuttosto settoriali dal punto di vista delle precipitazioni.

In particolare vogliamo qui concentrare le nostre attenzioni sulle nevicate, aiutandoci con la mappa esposta in basso, la quale ci suggerisce la cronologia dei fenomeni, essenzialmente destinati al nord-ovest dell’Italia. Vi anticipiamo subito che si tratterà di fenomeni deboli, pertanto eventuali accumuli al suolo non supereranno qualche centimetro e si manifesteranno essenzialmente in montagna. I fiocchi potranno però a tratti raggiungere anche quote pedecollinari al nord-ovest e, in forma isolata e temporanea, anche sulle aree di pianura tra Piemonte, bassa Lombardia ed Emilia occidentale.

Tra i settori interessati menzioniamo per il Piemonte, il Cuneese, l’Astigiano, l’Alessandrino, localmente anche il Torinese; spruzzate di neve anche sul fondovalle aostano. Per la Lombardia fiocchi possibili nel Pavese e, in forma isolata e temporanea, anche sul basso Milanese e basso Lodigiano. Passando in Emilia neve debole possibile nel Piacentino e, nevischio a tratti misto a pioggia, anche nel Reggiano e nel Parmense.

Al di fuori delle aree indicate, fiocchi solo in montagna, seppur a tratti anche a quote basse: 500-700 metri nell’entroterra ligure marittimo di Ponente, anche fino a 800-1.000 a Levante, 400-600 metri in Lombardia, anche fino a 800-1.000 sull’Emilia orientale. Sui settori del nord Italia non menzionati le precipitazioni saranno principalmente assenti o a carattere di pioggia locale, debole e intermittente.

Luca Angelini