Nord-ovest: l’occasione per recuperare un po’ d’acqua

Non è solo quanto piove, ma come piove. Le nostre regioni nord-occidentali, si trovano ancora oggi in condizioni di grave deficit idrico, un ammanco di acqua nelle falde che ha origini ormai lontane, dato che persistono da alcuni anni. Insomma, Piemonte, Valle d’Aosta e Ponente ligure sembrano entrati in una nuova era meteo-climatica. Nonostante questo però, attualmente la siccità, intesa come aridità dei terreni, è stata in parte superata, sia grazie al clima più fresco, sia al fatto che, nonostante l’esiguità degli accumuli, qualche debole pioggia (e qualche spruzzata di neve fino a 2 mila metri in montagna) c’è stata; debole ma utile all’idratazione dei terreni. Ecco perché è importante soprattutto COME piove. Nelle prossime 48 ore (giovedì 29 e venerdì 30 settembre) ci saranno le occasioni migliori per assistere a piogge un po’ più generose e distribuite in maniera più uniforme rispetto agli ultimi avari episodi. Anche in questo caso non sarà la fine del deficit idrico, ma almeno una pezza all’aridità estrema della scorsa estate.

Luca Angelini