Nuova settimana con meno piogge al nord; Isole all’asciutto

L’andamento generale della nuova settimana farà capo ad una certa risalita della fascia anticiclonica, a latitudini mediterranee. In area britannica però insisterà una circolazione ciclonica che a tratti riuscirà ancora a introdursi sull’Italia apportando condizioni di instabilità atmosferica. Le regioni settentrionali, pur con un’incidenza minore rispetto alle scorse settimane, saranno ancora quelle più a tiro di questa situazione e vedranno in particolare due passaggi temporaleschi: il primo tra lunedì sera e martedì mattina (27-28 maggio) e un secondo tra giovedì 30 e venerdì 31 maggio.

Per il resto il tempo si atterrà a condizioni discrete, caratterizzate da lieve variabilità termo-convettiva a ciclo diurno, che potrà interessare con brevi e isolati acquazzoni o temporali pomeridiani le aree interne del centro e del sud peninsulare. Questo accadrà soprattutto martedì 28 e mercoledì 29 maggio. Nessun passaggio nuvoloso importante invece sulle Isole Maggiori, dove il tempo rimarrà per lo più abbastanza soleggiato e con precipitazioni nel complesso scarse o assenti.

La cartina sopra esposta ci mostra gli accumuli totali di pioggia stimati per i prossimi 7 giorni, dai quali si evince la maggior generosità degli stessi ancora una volta a carico delle regioni settentrionali, in particolar modo lungo le aree alpine. Qui sotto invece la carta rappresenta l’anomalia media della piovosità attesa per i prossimi 7 giorni, che sostanzialmente conferma quanto riportato sopra, con una evidente anomalia positiva (più piogge del normale) lungo le aree alpine e su diverse aree del nord Italia, in contrapposizione con un certo deficit sulle Isole e in Calabria. La maggior parte della restanti regioni avrà invece una piovosità normale per il periodo.

Nei prossimi editoriali scenderemo maggiormente nei dettagli andando ad esaminare le piogge previste giorno per giorno e zona per zona. Voi intanto continuate a seguirci.

Luca Angelini