Oltre la barricata africana: qui siamo al limite dell’ALLUVIONE!

, subito fuori dal limite infernale della grande bolla rovente nord-africana, là dove l’Atlantico spinge per rivendicare i suoi spazi in questo inizio di estate, si stende una lunga linea di contrasto dove si sviluppano in sequenza una ininterrotta catena di rovesci e temporali. Dunque caldo africano e siccità affliggono più di mezza Italia, ma sulle nostre estreme regioni di nord-ovest il problema è opposto, al limite dell’alluvione.

Il rovescio di una stessa medaglia, l’estremizzazione dei fenomeni meteorologici, vede infatti tre quarti del nostro paese in condizioni di caldo intenso e reclama l’acqua, soprattutto il sud dove da molti mesi non piove a sufficienza, mentre quell’angolino dell’Italia lassù tra Piemonte, Valle d’Aosta e l’alta Lombardia implora, al contrario, l’arrivo del sole. Queste zone infatti, dalla metà dello scorso mese di febbraio si trovano quasi costantemente bersagliate da forti precipitazioni, che ora si manifestano a carattere piovoso anche fino a 3.800 metri.

Le conseguenze in questo VIDEO (qui sotto) che testimonia il grave stato di fiumi e torrenti in Valle d’Aosta.

Credit: Luca Angelini – Torrente Evancon – Valle d’Ayas – comune di Champoluc (AO).

Luca Angelini