ONU: siamo in 8 miliardi

La popolazione mondiale ha raggiunto 8 miliardi di persone, 1 miliardo in più in soli 12 anni. Il traguardo è stato ufficialmente raggiunto proprio oggi, martedì 15 novembre 2022. Pensate che all’inizio del 1900 sulla Terra abitavano 1 miliardo e mezzo di persone, nel 1927 2 miliardi, nel 1960 3 miliardi, nel 1974 4 miliardi, nel 1987 5 miliardi e infine, 6 miliardi nel 1999, 7 miliardi nel 2011 e 8 miliardi nel 2022.

L’abbattimento nel corso degli anni della mortalità infantile, i miglioramenti della medicina e della qualità della vita hanno contribuito ad aumentare notevolmente l’aspettativa di vita tanto che, guardando alla popolazione per classi d’età, si evince come la percentuale di persone over65 sia prevista in aumento dal 10% del 2022 fino al 16% nel 2050. In quel momento il totale delle persone con più di 65 anni sarà il doppio dei bambini con meno i 5 anni d’età. Se nel 1950 non si raggiungevano i 47 anni, prima della pandemia di Covid-19 il dato era vicino ai 73 anni. Nonostante la temporanea inversione di tendenza visibile nel grafico, entro la fine del secolo le stime parlano di un’aspettativa di vita intorno agli 82 anni.

Sempre dai dati dell’ONU, emerge come il tasso di fertilità sia in costante diminuzione da decenni: se negli ’50 del Novecento il dato era intorno alle 5 nascite per donna, nel 1975 si è scesi sotto al 4. Attualmente nascono meno di 2,5 bambini per ogni donna, e la cifra è destinata a scendere sotto quota 2 entro la fine del secolo. Ora quindi si prefigura un rallentamento della crescita demografica tanto che, per arrivare a 9 miliardi di abitanti, bisognerà attendere il 2037.

l segretario generale dell’Onu aveva aggiunto: “Insieme alle celebrazioni, è necessario ricordare che è nostra responsabilità prenderci cura del nostro Pianeta e riflettere su cosa possiamo ancora migliorare nel nostro impegno a favore degli altri”.

Report Luca Angelini