Parigi: fulmine spettacolare su Torre Eiffel

Il potere delle punte: per chi “mastica” un po’ di fisica elementare non sarà difficile immaginare che una struttura come la Torre Eiffel, può essere presa come esempio per spiegare quanto una punta metallica costituisce un ottimo esempio di questo processo, tale per cui la sua estremità rivolta verso il cielo genera un campo elettrico di notevole potenza. Quando la base di una nube temporalesca sorvola con le sue cariche negative una punta metallica inverte la polarità di quest’ultima che si carica positivamente.

La differenza di potenziale elettrico che si genera aumenta fino a un punto limite oltre il quale l’aria non riesce più a fare da resistenza: scocca la scarica elettrica che va a bilanciare le cariche tra nube e suolo: è il fulmine. Uno spettacolare esempio di quanto appena spiegato lo possiamo ammirare nel video qui sotto, che risale a mercoledì 1°maggio, quando la Torre Eiffel è stata centrata da una saetta che ha provocato una reazione spettacolare a cascata dell’intera struttura metallica.

Credit: ANSA

Report Luca Angelini