Pasqua con il “polverone” in arrivo dall’Africa

Ricordate il vortice ciclonico che abbiamo individuato nel nostro ultimo VIDEO? Ebbene, questa figura atmosferica funziona un po’ come un grande aspiratore che richiama a sé masse d’aria di diversa origine (è proprio per questo che crea ammassi nuvolosi e precipitazioni).

Nelle prossime ore, tra la sera di sabato e il giorno di Pasqua questo vortice si posizionerà in modo tale da far rimanere l’Italia a tiro delle correnti entranti dal lato meridionale, quelle miti che arrivano da sud con venti di Scirocco.

Il luogo di origine di questa massa d’aria è niente di meno che l’entroterra libico, il cuore del Sahara, dove il vento si sfoga dando luogo a intense tempeste di sabbia. Le polveri più sottili, per via del loro peso ridottissimo, riusciranno a sorvolare il mare e a raggiungere in massa anche l’Italia, dove pertanto ci aspettiamo la classica atmosfera rossastra e opaca che si accompagna a questo tipo di situazioni.

Parte di queste polveri ricadrà al suolo laddove avremo precipitazioni, lasciando l’evidente traccia “terrosa” sulla nostra biancheria stesa e sulle nostre auto. Le figure in evidenza ci mostrano le irreali luminosità che si accompagnano al pennacchio di polveri proprio oggi, alla vigilia di Pasqua: Rimini (sopra), Bagni di Vinadio – Cuneo (sotto).

Luca Angelini