Pasqua e Pasquetta: aria fresca in arrivo, ecco quanti gradi perderemo

L’attuale andamento delle correnti ci vede interessati da un flusso molto mite sciroccale che trasporta sull’Italia aria di origine nord-africana. Questa corrente verrà soppiantata nel corso del lungo weekend di Pasqua. Il capovolgimento di fronte avverrà per l’inserimento di un impulso di aria fredda proveniente dal nord Europa e diretto verso i Balcani che riuscirà a farsi sentire anche sull’Italia. Le regioni adriatiche saranno quelle che risentiranno maggiormente di questo raffreddamento, meno la Sardegna; tutti gli altri staranno ne mezzo.

Secondo le elaborazioni numeriche fornite dal modello europeo ECMWF, al nord-ovest le temperature tra Pasqua e Pasquetta scenderanno di 6-8°C rispetto ai valori attuali (rientro in media), mentre al nord-est si potrà arrivare anche a 8-10°C (discesa sotto la media). Al centro la discesa è stimata in 6-7°C sul lato tirrenico, anche 10-12°C su quello adriatico (discesa sotto la media). Per il sud si andrà da una diminuzione compresa tra 9 e 10°C sulle regioni peninsulari, a 5-7°C sulla Sicilia (discesa sotto la media), mentre la Sardegna sarà la regione che ne risentirà di meno, non più di 4-5°C di scarto rispetto ai valori attuali (rientro in media).

Luca Angelini