Pioggia e neve: la prossima settimana quasi tutta oltre le Alpi e un po’ al sud

La nuova settimana si aprirà con un braccio di ferro tra le correnti umide dell’Atlantico in contrapposizione con il tentativo di risalita da parte di un promontorio anticiclonico subtropicale. Per il momento quest’ultima figura non riuscirà ancora ad imporsi (lo potrebbe fare dopo la metà del mese ma eventualmente approfondiremo in un articolo dedicato) e pertanto il Mediterraneo rimarrà sotto l’azione di aria variamente umida di natura marittima.

Dovendo comunque bypassare questo abbozzo anticiclonico, la componente di moto di queste correnti atlantiche sarà orientata mediamente intorno nord-ovest e pertanto il grosso delle precipitazioni si fermerà sui versanti esteri delle Alpi e sui settori italiani prossimi ai confini di Stato. Come sovente accade in queste situazioni, la Valle d’Aosta risulta favorita tanto che nei prossimi 7 giorni (fino alle ore 24.00 di sabato 16 dicembre) potrebbe cadere anche oltre 1 metro di neve fresca alla quota media di 2.000 metri, con limite altalenante anche sensibilmente da un giorno all’altro.

Un po’ di pioggia è attesa anche al sud, soprattutto in concomitanza dell’attuale passaggio instabile e di un secondo atteso intorno a venerdì 15 dicembre. Gli accumuli totali saranno comunque nel complesso modesti, non superiori a 15-20 millimetri nei prossimi 7 giorni. Solo “briciole” sul resto dell’Italia, con la bassa Padana e diverse zone della Sardegna che potrebbero rimanere quasi totalmente a secco.

Luca Angelini