Più piogge e meno nevicate in area artica

Gli scienziati del Copernicus Climate Change (C3S) hanno scoperto che le precipitazioni nell’Artico stanno aumentando per due motivi principali: 1) il rialzo delle temperature medie che aumenta il contenuto d’acqua dell’atmosfera, e quindi le precipitazioni. 2) la temperatura più elevata tuttavia aumenta anche la probabilità che queste precipitazioni si manifestino sotto forma di pioggia piuttosto che di neve. Il minor effetto albedo, dovuto alla mancanza di neve e ghiaccio, espone una superficie oceanica più scura che, a sua volta, incide sull’aumento delle temperature in area artica. 

Il direttore di C3S, Carlo Buontempo, ha reso noto che “il nuovo set di dati Arctic Regional Reanalysis consente di studiare i processi dovuti al cambiamento climatico nell’Artico con dettagli senza precedenti. Tutto ciò conferma che l’Artico si sta riscaldando almeno il doppio della media globale e un po’ di più sulle aree oceaniche rispetto a quelle glaciali della terraferma. Le precipitazioni sono complessivamente in aumento con uno spostamento verso la pioggia a scapito della neve”.

Fonte: Copernicus Climate Change

Report Luca Angelini