Le previsioni meteo per giovedì 28 e venerdì 29 marzo

L’Europa occidentale è sovrastata da una vasta area depressionaria che convoglia verso l’Italia aria umida. Giovedì mattina un modesto impulso instabile transiterà sul nord Italia, mentre una nuova perturbazione raggiungerà in serata l’arco alpino.

GIOVEDI 28 MARZO al mattino sul nord Italia e sulla Toscana, dopo la pausa notturna, tornerà a piovere e a nevicare in montagna sulle Alpi intorno a 900-1.000 metri (ma anche localmente più in basso in Piemonte), poi comunque, con il passare delle ore, subentreranno condizioni di variabilità e potremo avere anche alcune schiarite. Nuvolosità sparsa anche su Umbria, Lazio e Sardegna, ma senza fenomeni, in prevalenza soleggiato sul resto dell’Italia. Venti sostenuti meridionali, principalmente Libeccio (ma anche Scirocco lungo l’Adriatico) con mari molto mossi o agitati; possibili mareggiate sulle coste occidentali sarde e sullo Spezzino, acqua alta sulla Laguna Veneta. Temperature in lieve diminuzione al sud, in lieve rialzo in Sardegna, altrove valori quasi invariati.

VENERDI 29 MARZO nuvolosità sparsa al nord, al centro e sulla Sardegna, ma con piogge che saranno concentrate quasi tutte a ridosso dell’estremo nord-ovest (Piemonte, Valle d’Aosta alta Lombardia). La neve si sposta più in alto, oltre i 1.600-1.800 metri, e le temperature sono previste in moderato, generale aumento. Venti ancora meridionali ma in indebolimento e mari mossi.

Luca Angelini