Prossime ore: NEVE in arrivo su alcune zone del nord, ecco quali

Nevicata da addolcimento in vista su alcune zone del nord Italia. Per “addolcimento” si intende lo scorrimento e la successiva erosione dell’aria fredda presente nei bassi strati da parte di correnti miti. Questo scorrimento provoca la nascita di estese formazioni nuvolose e conseguenti precipitazioni. Laddove il cuscino freddo presente nei bassi strati ha una tenuta migliore, la neve può arrivare fino in pianura. Questo accadrà tra giovedì pomeriggio e le primissime ore di venerdì 16 dicembre sulle nostre regioni nord-occidentali, principalmente Piemonte, Valle d’Aosta, entroterra ligure centrale e Lombardia occidentale.

Secondo le ultimissime elaborazioni numeriche, cui dobbiamo fare fede per stilare questa difficile previsione, il limite tra pioggia e neve dovrebbe correre lungo una linea spezzata che collega idealmente crinali dell’Appennino Ligure occidentale, Astigiano, Alessandrino, Pavese, Milanese, pedemontana lombardo-veneta. Quindi la precipitazione attesa nei giorni indicati assumerà con maggior probabilità carattere nevoso fino a quote di fondovalle e pianeggianti in Valle d’Aosta, compreso il relativo capoluogo, quasi tutto il Piemonte, comprese la città di Torino, l’ovest della Lombardia, con interessamento del Varesotto, confini con l’ovest Milanese (possibile temporaneo passaggio a neve a Milano, Lodi, Como, Lecco e Sondrio), Pavese (neve prevalente sulla pioggia a Pavia), per poi risalire a partire dalla Bergamasca (nevischio con successivo passaggio a pioggia su Bergamo) e interessare la fascia prealpina a quote inizialmente collinari, ma in graduale rialzo fino a 700-800 metri venerdì mattina.

Solo pioggia in pianura quindi su centro-est Lombardia, Emilia-Romagna (forse nevischio giovedì sera sul Piacentino) e Triveneto. Accumuli in pianura generalmente modesti, ma localmente anche prossimi a 10 centimetri sulla fascia pedecollinare del Piemonte.

Luca Angelini