Prossimo INVERNO da record? NON ci credete, nessuno lo può sapere!

La meteo impossibile. Lo vogliamo sottolineare fin d’ora, non tanto per disilludere i sogni di chi si attende una rivincita del freddo nella prossima stagione invernale (poi bisogna anche vedere, visto il caro bollette), quanto per evitare che i disillusi, una volta delusi, non debbano andare a dar dei ciarlatani a tutto il mondo della meteorologia. Si, perché funziona così, e chi a ottobre vi predice che il prossimo sarà un inverno da record è un ciarlatano (magari sempre lo stesso di tutti gli anni…).

Le proiezioni stagionali, le cosiddette “seasonal forecast”, si fanno e sono una cosa seria (basti pensare al trading energy, tema oggi più che mai attuale e delicato), ma è materia molto complessa e nel contempo rigorosamente per “addetti ai lavori”. Peraltro, i processi adottati danno luogo a risultati a volte buoni, a volte così così, a volte modesti (ma lo skill sta migliorando), anche perché le medie latitudini (leggi l’Europa) sono quelle più delicate da “trattare”. Non bastano però due indici buttati lì a caso per arrivare al dunque. Come sarà il prossimo inverno? Non è possibile prevederlo oggi con un livello accettabile di affidabilità (parliamo di scenario di massima), a maggior ragione poiché siamo solo a inizio ottobre, quindi le fake news vanno gentilmente accompagnate al cestino, specie se provengono da “certi canali”. A proposito (guardate la figura), vi ricordate cosa era stato scritto lo scorso anno?

Luca Angelini