Quanta PIOGGIA al nord; dettagli su mercoledì 15 maggio

La perturbazione che da giorni annunciavamo è arrivata a destinazione. La sua nuova dimora sono le nostre regioni settentrionali, dove da alcune ora sta piovendo e anche copiosamente. L’interferenza con l’arco alpino sta ora causando un rallentamento della struttura perturbata e inoltre gli umidi venti di Scirocco, tesi lungo tutto l’Adriatico, andranno a sfociare in val Padana percorrendola da est verso ovest per l’intera sua lunghezza.

Questo comporterà una situazione di persistente sbarramento orografico lungo il versante sud-alpino, settore dove pertanto avremo gli accumuli piovosi più consistenti. L’intensità delle precipitazioni, con il passare delle ore, avrà un’evoluzione da ovest verso est, interessando dapprima, in mattinata, il comparto piemontese e lombardo per poi sfilare nel pomeriggio verso la fascia prealpina del Triveneto e l’adiacente area dolomitica (vedi animazione qui sopra).

Come si può notare anche dalla cartina allegata in fondo all’articolo, gli apporti piovosi più importanti, al limite dell’allerta, sono attesi sul comparto Verbano-Cusio-Ossola e sul Ticino svizzero, con accumuli stimati anche fino a 120-130 millimetri d’acqua nelle 24 ore. Per questi motivi il Dipartimento della Protezione Civile ha diramato allerta arancione per la Lombardia comprendente la zona laghi, le Prealpi varesine e il bacino idraulico che porta verso Milano. Nel caso seguiranno eventuali nuovi dettagli.

Luca Angelini