Quello strano “buco” nel campo magnetico terrestre…

Il campo magnetico terrestre, agendo come uno scudo, protegge il nostro pianeta dalle particelle cariche che arrivano dal Sole. Ma il nostro scudo protettivo ha un punto debole: si tratta di una regione molto particolare nota come Anomalia del sud Atlantico.

Questo imperfezione del nostro scudo può creare problemi ai satelliti che orbitano attorno alla Terra che si trovano ad essere bombardati da particelle cariche che possono danneggiarne la strumentazione. Per esempio la progettazione della Stazione spaziale internazionale ha richiesto una schermatura supplementare per limitare questo problema, poiché l’inclinazione della sua orbita la porta a passare periodicamente attraverso questa regione.

Ma i problemi si possono verificare anche sulla superficie terrestre, dove le comunicazioni possono essere disturbate durante le tempeste geomagnetiche, come quella occorsa proprio di recente.

Un team INGV, nell’ambito del progetto SESAR, studia queste regioni utilizzando i dati provenienti dagli osservatori ionosferici e geomagnetici ma anche quelli della costellazione dei satelliti della missione Swarm (ESA).

Per saperne di più guarda l’intervista alla coordinatrice del progetto: https://www.youtube.com/watch?v=BWf3TxoO4SU&authuser=0

Credit: INGV Ambiente

Report Luca Angelini