Sabato 29 un po’ incerto, specie al centro-nord

Correnti umide convogliate da un’area di bassa pressione in avvicinamento dalla Francia portano sull’Italia estesa nuvolosità, ma ancora poche piogge. Al sud inoltre prevarranno le schiarite e si avrà un aumento delle temperature.

SABATO 29 APRILE rapido alternarsi tra annuvolamenti e schiarite. La maggior probabilità di pioggia si avrà lungo la cresta delle Alpi e, in particolare, sulla Valle d’Aosta, con quota neve inizialmente piuttosto alta, sopra i 2.000-2.500 metri. Per il resto avremo tempo in prevalenza asciutto, anche se non è esclusa la possibilità di qualche goccia in giornata su bassa Padana, Appennino settentrionale e nelle zone interne del centro. I venti intanto, per quanto deboli, si disporranno dai quadranti meridionali e richiameranno aria mite e quindi avremo un generale aumento delle temperature.

DOMENICA 30 APRILE nubi su tutta l’Italia, con tendenza a piogge, dapprima sparse e intermittenti poi, dal pomeriggio sempre più estese e diffuse, soprattutto al nord-ovest e sulle regioni centrali. Solo la Sardegna avrà un andamento inverso con tendenza a qualche schiarita nel pomeriggio. Nevicate sulle Alpi a partire da 1.800-2.000 metri, solo sulle cime più elevate dell’Appennino. Venti tutti disposti dai quadranti meridionali, mari a tratti mossi. Temperature in diminuzione nei valori massimi.

Luca Angelini