Temperature: potrebbero rimanere sotto media per una settimana

Secondo le ultimissime elaborazioni numeriche il flusso freddo settentrionale generato dalla discesa di una saccatura tra l’Europa centrale e l’area balcanica, di sponda ad un promontorio anticiclonico che andrà a bloccarsi lungo i meridiani atlantici., potrebbe insistere sull’Italia per almeno una settimana. Le stime di freddo (relativamente al periodo naturalmente) pare debbano spingersi sin quasi al ponte del 25 aprile.

La cronologia degli impulsi freddi, rappresentata sotto forma di anomalia, è ben rappresentata dall’animazione che vi abbiamo proposto nella figura qui sopra. Si noti, tra l’altro, l’ispessimento dello strato freddo proprio sul finire della sequenza, ovvero all’inizio della prossima settimana. Già dalla notte su giovedì 18 aprile i termometri potrebbero scendere su valori piuttosto bassi anche nelle aree di pianura (vedi cartina in fondo all’articolo), e non solo al nord, ma anche nelle aree interne del centro e del sud. Non si esclude la possibilità anche di qualche gelata tardiva.

L’evento comunque necessita ancora di opportuni aggiustamenti, pertanto sarà senz’altro utile tornare sull’argomento nei prossimi aggiornamenti.

Luca Angelini