Temperature: saliscendi fino a metà gennaio

Come abbiamo spiegato nel nostro ultimo VIDEO meteo, il tempo della settimana sarà caratterizzato da veloci correnti nord-occidentali, che trasporteranno masse d’aria provenienti dal nord dell’Atlantico. L’avvicendarsi delle creste e dei cavi d’onda, ossia delle figure di alta e bassa pressione, vedrà alternarsi aria polare marittima fredda e aria intermedia temperata, separate a loro volta da altrettante perturbazioni.

Questo via vai di correnti si ripercuoterà in concreto su un evidente saliscendi delle temperature che oscilleranno però con scarti mai esagerati attorno ai valori medi del periodo. Il grafico che vi abbiamo allegato nella figura qui sopra mostra la situazione prevista con tecnica probabilistica d’insieme sulle nostre regioni centrali. Per le regioni settentrionali (figura qui sotto) la variante vedrà valori nel complesso un po’ più alti, quindi più spesso al di sopra delle medie, mentre per le regioni meridionali (seconda figura in basso) sarà vero il contrario, ovvero valori più spesso al di sotto delle medie, ma con risalita anche evidente sul finale, dopo il 13 gennaio.

Farà situazione a sé invece la Sardegna (ultimo grafico in basso), dove si partirà da valori sotto la media per poi salire gradualmente e raggiungere picchi superiori alle medie intorno a metà gennaio.

Dunque, almeno fino a metà gennaio, ancora nessuna traccia di irruzioni fredde o gelide che possano dare una smossa all’inverno. D’altro canto però non avremo neanche più (almeno per il periodo preso in esame) fasi eccezionalmente miti come quelle recenti.

Luca Angelini