7 August 2020

Temporale notturno in val Padana? Se confermato sarebbero più i danni che i benefici

Poche righe per menzionare la possibilità che nel corso della notte su venerdì 31 luglio, il catino padano possa venire attraversato da una veloce scia temporalesca lanciata da ovest verso est. La modellistica numerica evidenzia la difficoltà nell’inquadrare l’evento che, in ogni caso, semmai fosse confermato (probabilità medio-bassa) porterebbe più danni che benefici. Perchè?

1 – Perchè gli eventuali acquazzoni, oltre a manifestarsi in modo irregolare e isolata, durerebbero una manciata di minuti, quindi inutili nel dare sollievo alla vegetazione.

2 – Perchè non si esclude che la possibilità di grandinate.

3 – Perchè lo spostamento d’aria dato dal passaggio del groppo temporalesco potrebbe generare forti e improvvise raffiche di vento.

4 – Perchè non essendoci ricambio d’aria, non si avranno benefici dal punto di vista delle temperature, mentre si assisterà ad un ulteriore aumento del tasso di umidità relativa a tutto vantaggio di un ulteriore incremento delle condizioni afose.

Insomma, mezz’ora di illusione per poi tornare peggio di prima

Luca Angelini

Powered by Siteground