25 June 2021

.

Un metro di neve fresca sui ghiacciai e non è ancora finita…

Ecco a cosa servono le grandi perturbazioni primaverili: ad assicurare un adeguato apporto di riserve idriche per la prossima estate. Sulle Alpi queste riserve si raccolgono sotto forma di depositi nevosi in quota, laddove non ci sono le montagne, ci pensano le falde freatiche a raccogliere l’indispensabile.

L‘attuale passaggio perturbato ha assicurato finora (e siamo solo alle 11.00 di martedì mattina) fino a un metro di neve fresca al di sopra dei 2.500 metri e le precipitazioni non sono ancora finite, dato che siamo in attesa del ramo freddo del sistema frontale che sopraggiungerà nel pomeriggio.

Le immagini che via abbiamo voluto proporre (fonte Rifugi Monterosa) ci arrivano dal magnifico balcone sui ghiacciai del Monte Rosa, il rifugio Giovanni Gnifetti, posto a 3.670 metri poco distante dal confine tra Valle d’Aosta, Piemonte e Svizzera Vallese. Al momento della rilevazione (circa le 10.30 di martedì 11 maggio) la temperatura era di -8°C e si accompagnava ad una bufera di neve da sud che ha provveduto anche a ricamare splendide le suggestive figure di ghiaccio che possiamo ammirare nella figura qui sotto.

Luca Angelini