Venerdì 1° dicembre maltempo al nord, variabile con schiarite altrove

Un lungo sistema frontale attraversa l’Europa interessando con il suo ramo freddo le nostre regioni settentrionali. La perturbazione è preceduta da un teso flusso meridionale che trasporta aria molto mite verso il nostro centro-sud.

VENERDI 1° DICEMBRE sulle regioni settentrionali nuvolosità estesa con precipitazioni frequenti, talora abbondanti sulle aree montuose della Lombardia, del Friuli Venezia Giulia e sulla Liguria di Levante. A tratti pause asciutte possibili sulla pianura piemontese e sull’Emilia-Romagna. Limite delle nevicate in risalita fino a 1.400-1.700 metri nelle Alpi, anche oltre i 1.800 sulla fascia prealpina. Sul resto dell’Italia tempo asciutto, con passaggi nuvolosi alternati a schiarite. Ventilazione tesa dai quadranti meridionali, mari molto mossi, localmente agitati. Temperature in aumento.

SABATO 2 DICEMBRE instabile con precipitazioni residue su Lombardia e Triveneto; quota neve in calo fino a 1.000 metri. Instabile anche su Toscana e lungo il versante tirrenico con rovesci sparsi. Maggiori schiarite al nord-ovest e lungo l’Adriatico. Ventoso ovunque con mari molto mossi o agitati e temperature in nuovo calo a partire dalle regioni alpine.

Luca Angelini