Venerdì 8 tornano le PIOGGE, ecco dove e quando

Dopo la breve pausa interciclonica di giovedì 7 marzo, ora il tempo è nuovamente in procinto di cambiare: le correnti atlantiche sono decise a sfondare ancora una volta sul Mediterraneo introducendo aria via via più umida, e due perturbazioni che, tra venerdì e domenica, interesseranno tutta l’Italia.

Intanto soffermiamoci ai fenomeni attesi nella giornata di venerdì 8 marzo: la cronologia dei fenomeni è rappresentata nell’animazione qui sotto. Al mattino qualche precipitazione intermittente potrà già aversi sulle aree alpine, specie lungo i settori centro-orientali e, a carattere occasionale, anche sulle pianure del Triveneto. Quota neve oscillante tra 900 e 1.000 metri. Nella prima parte del pomeriggio estensione dei fenomeni, sempre deboli e a carattere sparso, ai restanti settori dell’arco alpino.

Nella seconda parte del pomeriggio, e ancor più in serata forte peggioramento al nord-ovest, con precipitazioni diffuse, anche intense, specie su Piemonte, Valle d’Aosta e Liguria. Estensione dei fenomeni con il passare delle ore anche a Lombardia, ovest Emilia, Toscana e Sardegna. Possibili temporali in Liguria. Nevicate sulle Alpi occidentali fino a 700-1.000 metri, a partire da 900-1.000 metri sull’Appennino settentrionale. Fenomeni in ulteriore infittimento nella notte ed estensione al resto del nord, Umbria, Marche, Lazio e Campania. Gli accumuli totali di pioggia stimati dal modello di nostro riferimento sono rappresentati nella figura in fondo all’articolo.

Ulteriori approfondimenti riguardo la giornata di sabato in un prossimo editoriale.

Luca Angelini