Venerdì pomeriggio primi forti TEMPORALI sulle Alpi, allerta arancione in Alto Adige

L’atmosfera è carica come una molla. L’energia potenziale racchiusa in quello strato caldo umido che ristagna sull’Italia però sta per essere attivata da un incipiente cedimento del campo anticiclonico in quota, dove affluiranno le prime infiltrazioni di aria fresca. L’azione di “aiuto” allo sfondamento dello strato umido da parte del rilievi montuosi, sarà il motivo per cui proprio sulle nostre montagne si attiveranno già venerdì pomeriggio-sera i primi forti temporali. Le zone a rischio sono soprattutto Alpi e Prealpi.

Inoltre in serata e nelle prime ore della notte potrebbero essere coinvolte anche alcune zone della pianura Padana, in particolare le pianure del Piemonte, del Veneto centro orientale e del Friuli. Potrebbero verificarsi forti piogge, grandine di medie e piccole dimensioni e forti raffiche lineari (no trombe d’aria). Temporali generici invece potranno interessare le zone interne appenniniche nel corso del pomeriggio dove potrebbero registrarsi alcune forti piogge e grandine di piccole dimensioni. La cartina in alto, edita da Pretemp (clic per aprirla), riassume graficamente la possibile distribuzione dei temporali e la relativa intensità.

Segnaliamo che la Protezione Civile ha emesso lo stato di allerta arancione per l‘Alto Adige – Sud Tirol.

Luca Angelini