Venerdì 3 rovesci sparsi su nord-est e centro-sud peninsulare

Una goccia fredda, costituita da due minimi di geopotenziale gemelli in quota disposti lungo i paralleli, sorvolano l’Europa centrale e il vicino Atlantico, mantenendo sull’Italia condizioni di generale instabilità atmosferica, accompagnata anche da un temporaneo, moderato calo delle temperature.

VENERDI 3 MAGGIO al mattino nuvolosità irregolare su Alpi, Lombardia, Triveneto, centro, nord della Puglia, Campania e Calabria tirrenica; possibilità di rovesci sparsi su Triveneto, Toscana, Umbria, Lazio, entroterra marchigiano e abruzzese. Su tutte le altre zone ampi rasserenamenti e tempo asciutto. Nel pomeriggio situazione quasi invariata, ma con rasserenamenti in Toscana, sul Lazio, mentre avremo passaggi nuvolosi sul sud peninsulare e in Sardegna. Le condizioni si prestano a possibile attività termo-convettiva, con qualche rovescio o isolato spunto temporalesco su Alpi, Prealpi, fascia pedemontana, Appennino settentrionale nelle zone interne del centro e sul sud peninsulare. Soleggiato sulla Calabria tirrenica e in Sicilia. Quota neve tra 1.500 e 1.800 metri. Ventilazione moderata da Ponente sui litorali tirrenici al sud e in Sardegna. Molto mossi i bacini di ponente, anche agitate le Bocche di Bonifacio. Temperature in lieve aumento nei valori massimi al nord, in lieve flessione invece al centro e al sud.

SABATO 4 MAGGIO nuvolosità sparsa alternata a schiarite, a tratti anche ampie e durature, specie al centro e al sud. Un po’ più grigio al nord-ovest, specie a ridosso delle aree alpine e prealpine dove, nel pomeriggio, potrebbe aversi anche qualche isolato e breve rovescio locale. Ventoso per Maestrale moderato lungo l’Adriatico e al sud. Mari mossi. Temperature in lieve, generale, ripresa.

Luca Angelini