Vento e mari molto mossi: ecco dove

C’è una saccatura che scende dal nord Europa mettendo sotto pressione la circolazione anche sul comparto mediterraneo. Le correnti, che trasportano aria a tratti umida e a tratti un po’ più asciutta comporta condizioni di tempo variabile, ma la nota dominante per tutti sarà il vento; vento moderato, ma anche vento forte, soprattutto lungo la cresta delle Alpi, lungo i crinali appenninici, ma anche sui nostri litorali. Mercoledì 28 settembre saranno soprattutto Libeccio e Garbino a spazzare l’Italia. Solo l’area padana risentirà meno di questi venti.

Come sappiamo questo vento genera un moto ondoso decisamente vivace sui nostri bacini di ponente. Il tratto più agitato sarà quello antistante la Corsica, il Levante ligure e l’alta Toscana. Per l’occasione non si esclude la possibilità di mareggiate su Spezzino, Versilia e Livornese. Sul lato adriatico invece il mare sotto costa sarà più tranquillo, ma il Garbino potrà dar luogo ad un temporaneo e irregolare aumento delle temperature per compressione. Il vento, per quanto a fasi alterne, insisterà anche nelle giornata successive, almeno fino a domenica.

Luca Angelini