Fine settimana, parola d’ordine: “mitezza” primaverile

Solitamente il “problema” più grande in questo periodo stagionale è quello classico di non sapere come vestirsi. Questo perchè solitamente in questo scorcio stagionale, in caso di stabilità atmosferica, è l’escursione termica a farla da padrone, soprattutto nelle zone soggette a clima continentale. Ma, sempre “solitamente”, il problema si pone perchè al mattino fa freddo (il terreno ha perso tutto il calore durante l’inverno), mentre la mitezza subentra nel pomeriggio (ol terreno inizia ad acquistare calore dal sole alto sull’orizzonte).

Nel prossimo fine settimana togliamo pure tutti i “solitamente”, perchè di normale, o meglio, “di solito”, ci sarà poco o nulla.

Il grande protagonista sarà lui, l‘anticiclone, una immensa figura atmosferica stabilizzante, alimentata in pianta stabile da aria mite di origine subtropicale e di caratteristiche marittime, che giungerà sull’Italia dai quadranti occidentali: sabato da ovest o sud-ovest (Libeccio ma anche Garbino in Adriatico), domenica da nord-ovest (Maestrale ma anche Foehn padano).

Saranno in buona sostanza venti caldi (per la stagione) che ci permetteranno di trascorrere le nostre giornate senza troppo preoccuparci di come ci vestiremo, dato che basterà coprirsi… poco, nonostante l’attiva ventilazione. Le temperature saranno infatti attestate su valori decisamente sopra la media della seconda decade di marzo, temperature che sarebbero forse più normali per la terza decade di aprile.

Particolarmente mite sarà soprattutto la giornata di domenica 19 marzo, allorquando in va Padana, complice anche una certa ricaduta favonica subtropicale, si potranno raggiungere valori prossimi a 22-23°C, ovvero superiori alla media di una decina di gradi. Anomalie anche sul resto del Paese, come dicevamo, anche se meno vistose e attestate tra 3 e 5°C sopra la media del periodo.

Non facciamoci ingannare però: il sole ci sarà ma il cielo si potrà spesso presentare “sporco” di annuvolamenti lattiginosi, principalmente a medio-alta quota, ma anche per addensamenti più bassi, come in Liguria e lungo le regioni del versante tirrenico. Nessuna pioggia in programma comunque.

Luca Angelini

Fine settimana, parola d’ordine: “mitezza” primaverile