L'alta pressione farà gli straordinari, SOLE e CALDO ANOMALO sino a data da destinarsi

mediaCome scrisse tal Paul Bartlett, meteorologo britannico che ne studiò le caratteristiche, una figura di alta pressione ampia e sviluppata lungo i paralleli come quella che ci sta interessando in questi giorni, nota appunto come Bartlett High, è conosciuta per la sua particolare stazionarietà. In altre parole, estate o inverno che sia, di anticicloni così è veramente difficile liberarsene.

Anche la modellistica numerica, man mano che procede con il ricalcolare lo stato dell’atmosfera partendo da dati nuovi, ridisegna giorno dopo giorno questo scenario tanto da non permetterci di scorgere, neanche a livello probabilistico, un prossimo punto di svolta. Se infatti sino a qualche giorno fa sembrava che il ciclope del sole e del caldo anomalo potesse perder forza nella seconda metà del mese, ora questa scadenza è senz’altro differita, di almeno 4-5 giorni.

Si andrà forse alla terza decade di novembre dunque, con la conferma di tempo in prevalenza soleggiato e con temperature nettamente al di sopra della norma. Differite anche le nebbie che, proprio a causa delle elevate temperature (in relazione alla stagione naturalmente) e della possente compressione operata dalle correnti discendenti che costituiscono il corpo stesso dell’anticiclone, non hanno modo di organizzarsi.

Lo faranno probabilmente nei prossimi giorni, anche se più probabili saranno annuvolamenti bassi a ridosso delle coste liguri, tirreniche e sarde, dove si avrà sole a intermittenza. Per il resto da segnalare solo temporanei e modesti passaggi di velature tra lunedì e martedì, soprattutto sulle regioni di nord-est.

La perturbazione nord-africana che avrebbe potuto farsi carico di un cambiamento dello stato del tempo a metà novembre, se ne rimarrà invece sui suoi luoghi di origine, portandosi al più sul golfo del La Sirte nel corso del prossimo fine settimana, lasciando spazio a tutte le quote al possente cupolone anticiclonico.

Piogge in nord Africa e sole in Italia: nulla di strano vero?

Luca Angelini

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.