Le ultimissime sul “mezzo guasto” del fine settimana

Tutto confermato: costretto a riparare sul Mediterraneo per l’azione a tenaglia opposta da due campi anticiclonici, un canale di bassa pressione si prepara ad investire l’Italia con una dose di fenomeni che vedrà un progressivo crescendo con il passare delle ore.

Per la giornata di SABATO rimane salvo quanto già approfondito nel nostro precedente editoriale. Da aggiungere un ulteriore particolare che emerge dalle ultimissime analisi alla mesoscala: l’apporto di aria mite e umida nei bassi strati dal nord Africa e l’intrusione di aria più fredda e asciutta in quota proprio al di sopra, renderà l’atmosfera instabile con possibile sviluppo di temporali sui nostri mari di ponente, Sardegna compresa. Questo potrà avvenire a fasi alterne tra sabato pomeriggio e domenica mattina.

Il ventaglio nuvoloso così costituito procederà poi DOMENICA verso i settori peninsulari e la Sicilia, interessando pressochè tutte le regioni centro-meridionali. Non si esclude la possibilità di temporali, specie su Campania, Calabria e Sicilia. Nubi e piogge anche al nord, pur se con distribuzione più irregolare. Nella fattispecie i fenomeni più abbondanti ed insistenti interesseranno il Piemonte, la Valle d’Aosta e il Ponente ligure.

Gli stessi risulteranno invece intermittenti e di debole intensità su Lombardia (specie sui settori meridionali Mantovano escluso), Emilia (specie i settori occidentali) e settori montuosi del Triveneto. Minor probabilità di pioggia invece sul resto del nord (Alpi lombarde, Mantovano, pianura veneta, Romagna) e sulle coste delle Marche.

Un cenno alle quote neve, che si attesteranno ovunque intorno ai 1.600-1.700 metri, salvo locali episodi a quote temporaneamente più basse n caso di precipitazioni sotto forma di rovescio e/o temporale.

Temperature in generale diminuzione, con valori che tendono a rientrare nella media del periodo, con riserva di scendere ulteriormente nei giorni successivi, secondo un quadro che confermeremo nel corso dei prossimi aggiornamenti. Continuate a seguirci.

Luca Angelini

Le ultimissime sul “mezzo guasto” del fine settimana