Prossima settimana: tutta Europa con temperature sotto media

Di questi tempi è un evento: vedere tutta l’Europa colorata di blu, ossia con un profilo di temperature al di sotto della media relativa alla terza decade di novembre, non è cosa di tutti i giorni.

L’impianto che metterà in moto questa imponente fuoriuscita di aria fredda dalla calotta polare vedrà due ingranaggi in azione: il primo è un possente promontorio anticiclonico che si estenderà lungo i meridiani fino a raggiungere la calotta artica a nord dell’Islanda. Il secondo ingranaggio è costituito da una saccatura che, seguendo l’andamento dell’onda anticiclonica all’inverso, porterà giù, come contrappeso, l’aria fredda all’origine delle temperature sotto media.

La morfologia continentale favorirà il grosso del raffreddamento sull’Europa centrale e orientale, dove i termometri potranno scendere diversi gradi al di sotto delle medie, ossia in pieno inverno, tuttavia anche l’area occidentale e mediterranea subirà un evidente raffreddamento, Italia compresa, pur se gli scarti relativi alla norma del periodo saranno complessivamente meno spinti.

Nei prossimi giorni analizzeremo proprio quest’ultimo aspetto facendo focus sull’Italia. Continuate a seguirci.

Luca Angelini