1-2-3 maggio: ecco quando e dove arriverà la PIOGGIA

Siamo in attesa di un nuovo cambiamento del tempo. La dinamica atmosferica che porterà la pioggia a bagnare diverse regioni del nostro Paese è stata descritta dettagliatamente nel nostro ultimo VIDEO, ed è sostanzialmente legata all’approssimarsi di un vortice atlantico che evolverà nel corso dei giorni, in goccia fredda. Diversi corpi nuvolosi ruoteranno attorno al minimo di questo ciclone che, con una traiettoria a boomerang scenderà dapprima verso la penisola Iberica per poi risalire verso l’Italia.

Dunque andiamo a vedere giorno per giorno dove e quanto pioverà: l’animazione qui sopra ci aiuterà all’occorrenza.

MERCOLEDI 1°MAGGIO al mattino piogge su Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria, Appennino Tosco-emiliano Campania, Sicilia e Sardegna. Limite delle nevicate sulle Alpi compreso tra 2.000 e 2.300 metri. Nel pomeriggio rovesci, anche temporaleschi su quasi tutto il nord, all’infuori del basso Veneto e della Romagna, su tutto il centro, all’infuori delle coste abruzzesi e molisane, Campania, Calabria tirrenica e nord della Sardegna. In serata anche piogge diffuse al nord (eccetto area costiera del basso Veneto e della Romagna, Toscana, Umbria, Lazio ed entroterra marchigiano.

GIOVEDI 2 MAGGIO rovesci su Alpi, Prealpi, fascia pedemontana (quota neve in calo fino a 1.700-1.800 metri) Liguria centrale e di Levante, Toscana, Umbria, Lazio e Sardegna. Nel pomeriggio rovesci sparsi ma talora anche temporaleschi su gran parte del nord, ad eccezione forse della fascia centrale padana lungo il corso del fiume Po, centro, Campania e Sardegna. In serata parziale attenuazione dei fenomeni, ma ancora possibilità di qualche precipitazione su Alpi, Prealpi, entroterra ligure di Levante, Toscana, Lazio, Campania, Calabria tirrenica e nord Sicilia.

VENERDI 3 MAGGIO avremo un passaggio a variabilità, tuttavia al mattino qualche pioggia sarà ancora possibile sul Triveneto (limite delle nevicate fino a 1.600 metri). Nel pomeriggio sviluppo di attività convettiva con rovesci e locali temporali su tutti i settori montuosi della Penisola e su gran parte del centro e del sud peninsulare. Nevicate sulle cime appenniniche a partire da 1.700-1.800 metri. In serata attenuazione dei fenomeni ma ancora qualche precipitazione possibile al nord.

Gli accumuli di pioggia/neve più rilevanti si avranno su Alpi, Piemonte occidentale, Levante ligure, intero versante tirrenico, Umbria e Sardegna. I più scarsi su Romagna costiera, litorali molisani e pugliesi, Basilicata, Calabria ionica e Sicilia. Qui sotto la sommatoria delle piogge nell’arco dei tre giorni esaminati.

Luca Angelini