Il tempo di Pasquetta nel dettaglio

In seno ad una circolazione ciclonica assai vasta che abbraccia il vicino Atlantico e tutta l’Europa occidentale sfila un fronte freddo che in giornata attraverserà le nostre regioni centro-settentrionali, seguito da aria un po’ più fresca e asciutta.

PASQUETTA: al mattino forti precipitazioni su fascia alpina, prealpina, pedemontana e Liguria, con fenomeni localmente anche temporaleschi e comunque abbondanti. Quota neve in calo da 1800-1.900 metri a 1.400-1.500 metri. Piogge sparse anche sul resto del nord, ma con il passare delle ore si avrà un rapido passaggio a variabilità su tutto il settentrione, con schiarite a partire dalle nord-occidentali. Sul resto dell’Italia inizialmente poco nuvoloso con ampi spazi di sole al sud. Rapido aumento della nuvolosità invece al centro e in Sardegna con tendenza a rovesci sparsi, comunque in successiva attenuazione prima di sera. Al sud transito di qualche annuvolamento in serata ma assenza di precipitazioni. Ventilazione nel complesso piuttosto sostenuta intorno sud-ovest con mari fino a molto mossi. Le temperature sono previste in moderata diminuzione al nord, al centro e in Sardegna.

MARTEDI 2 APRILE: lieve instabilità residua su centro-est Alpi e Triveneto. Altrove in prevalenza soleggiato anche se con velature o strati nuvolosi medio alti, su Isole e Calabria, senza piogge. Venti in indebolimento, mari mossi, lieve o moderato calo termico al sud.

Luca Angelini