Immacolata con peggioramento serale su parte del centro-nord

La pressione sul Mediterraneo tende a diminuire per l’approssimarsi di un vortice ciclonico dalla Spagna.

GIOVEDI 8 DICEMBRE al mattino abbastanza soleggiato su Alpi, Prealpi, fascia pedemontana, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e sud della Sardegna. Nubi irregolari su Liguria, centro e nord Sardegna, con qualche piovasco isolato non escluso tra Umbria, Lazio e bassa Toscana. Sempre al mattino, nebbie e gelo in val Padana, in sollevamento nel pomeriggio quando da ovest si presenteranno gli avamposti della perturbazione, che porterà un aumento della copertura prima di sera su tutto il nord e al centro. In serata prime piogge al nord-ovest e al centro, con spruzzate di neve sino a livelli collinari al settentrione, specie in Piemonte. Ventilazione debole variabile, tendente a disporsi dai quadranti meridionali al sud. Mari da poco mossi a mossi. Temperature in calo nei valori massimi al nord ad eccezione dell’area padana dove lo smantellamento dell’inversione termica potrà dar luogo invece ad un lieve aumento dei valori.

VENERDI 9 DICEMBRE nubi su tutta l’Italia, con piogge che interesseranno gran parte del nord, del centro e, con il passare delle ore, anche la Campania e il nord della Sardegna. Fenomeni più scarsi in Piemonte. Limite delle nevicate inizialmente tra 400 e 600 metri, ma in rialzo nel corso della giornata fino a superare i 1.000-1.200 metri. I venti meridionali, oltre a dar luogo ad un aumento delle temperature, comporteranno anche condizioni di mari molto mossi, specialmente al centro e al sud.

Luca Angelini