L’ultima parte di gennaio potrebbe riservarci un potente ANTICICLONE

Se così fosse, ci saremmo giocati la parte più interessante dell’inverno. Secondo le elaborazioni numeriche probabilistiche, esaminate con tecnica d’insieme, ci suggeriscono senza tanti giri di parole che la terza decade di gennaio se la dovrà vedere con pressioni e temperature decisamente più alte della media; sono le caratteristiche tipiche di una fase di tempo stabile anticiclonico.

Come potete voi stessi constatare dal grafico che abbiamo allegato in figura, riferito all’Italia centrale ma assimilabile a tutto il nostro Paese (e anche a buona parte dell’Europa mediterranea), la probabilità che questa ipotesi vada effettivamente in porto sono piuttosto elevate. Lo si deduce dalla relativa vicinanza con la quale si dispongono i membri corrispondenti alle varie previsioni (rappresentate ognuna da un cluster colorato). Il rapporto con i valori medi (temperatura a 1.500 metri sopra e pressione al livello del mare sotto) sono assolutamente eloquenti: entrambi al di sopra della norma.

Al momento basti questa anticipazione. Nei prossimi giorni torneremo sull’argomento e confermeremo o meno il quadro presentato Voi intanto seguite tutti gli aggiornamenti.

Luca Angelini