Prossime ore: sensibile calo delle temperature, soprattutto al centro-sud

Una corrente di aria fredda sta irrompendo proprio in queste ore sul bacino centrale del Mediterraneo, proveniente dal nord dell’Atlantico. La sua componente di moto risentirà della presenza di un campo di alta pressione in fase di rinforzo sull’oceano e pertanto assumerà direzione da nord-ovest verso sud-est. Questo vedrà l’ostacolo alpino ergersi a baluardo delle nostre regioni settentrionali, in particolare le pianure nord-occidentali, che saranno l’unico settore a risentire quasi per niente del raffreddamento in arrivo.

Un calo più sensibile delle temperature si appresta invece ad investire il resto dell’Italia, con scarti che nelle prossime 36-48 ore (entro venerdì 15 dicembre) potranno raggiungere anche i 5-6°C. Questo darà modo alle ultime frange della perturbazione in transito sull’Italia a spargere alcune nevicate sulle aree montuose del centro e del sud a quote in calo anche fino a 1.000 metri.

Nel corso del weekend i valori risulteranno stazionari, salvo poi risalire, come abbiamo spiegato nell’ultimo VIDEO pubblicato, all’inizio della prossima settimana a partire dalle aree in quota del nord Italia.

Luca Angelini