Torna la NEVE sulle Alpi: fiocchi fino a 1.400 metri

Con la perturbazione in transito tra domenica 14 e lunedì 15 novembre, le Alpi potranno contare su apporti nevosi discreti che si sommano al substrato già presente e che si è ben consolidato al di sopra dei 1.800-2.000 metri. Domenica 14 novembre le nevicate interesseranno al di sopra dei 1.400 (Alpi, Orobie) e 1.700 metri (Prealpi), soprattutto i settori lombardi, con accumuli fino a 40-45 centimetri sopra i 2.000 metri, inferiori sotto tale livello, fino a non superare i 5-10 centimetri, tra 1.500 e 1.800 metri. Discreti apporti nevosi in giornata anche sulle Alpi Altoatesine e sul comparto dolomiti di confine tra Veneto e Trentino (25-35 centimetri a 2 mila metri).

Lunedì 15 saranno invece soprattutto i settori occidentali a far registrare le nevicate più abbondanti. Atteso anche 1 metri di neve fresca a 2.000 metri su Cozie e Graie (Piemonte e bassa Valle d’Aosta) 50-60 centimetri su Marittime, Pennine e Lepontine (Piemonte, alta Valle d’Aosta e settori svizzeri adiacenti). Accumuli invariati per nevicate deboli o assenti sui restanti settori dell’arco alpino. Nell’animazione qui sotto potete apprezzare l’andamento degli accumuli nevosi nelle prossime 48 ore (fino a lunedì sera).

Luca Angelini